Il 9 e 10 luglio torna “Talenti per la scienza” al Cinevillage di Parco Talenti

Torna “Talenti per la scienza” al Cinevillage di Parco Talenti aspettando la Notte Europea dei Ricercatori 2021. Tre giorni dedicati a scoprire il mondo della scienza divertendosi, grazie agli appuntamenti, tutti gratuiti, organizzati dai principali enti di ricerca italiani e alcune Università. Le ricercatrici e i ricercatori di NET animeranno pomeriggi e serate al CineVillage Parco Talenti di Roma con trekking scientifici, seminari, talk, spettacoli, laboratori, giochi ed esperimenti allestiti negli stand per approfondire la conoscenza della nostra Terra e dei delicati equilibri del nostro ecosistema, tra cambiamenti climatici e pandemie in atto

Due giorni di appuntamenti gratuiti per tutti a Roma nel fine settimana

Come si diventa “scienziati”? Cosa sono i cambiamenti climatici? Perché il pianeta non sta mai fermo e perché esistono i terremoti? Come fanno le bucce di frutta e verdura a diventare bio-metano? A cosa serve la geologia? Da quanti (milioni di) anni l’uomo sfida i virus? 

Queste sono solo alcune delle domande a cui si potrà trovare risposta partecipando a “Talenti per la Scienza”. Un insieme di iniziative nate per sorprendere le menti delle giovani generazioni e dei più grandi e avvicinarle al mondo della scienza. 

Dopo il trekking scientifico inaugurale del 7 luglio alla scoperta della geologia del parco Talenti, il calendario prosegue ricco di appuntamenti. Numerose le attività gratuite che consentiranno ai partecipanti di andare alla scoperta della Terra, dei buchi neri, del DNA e Virus senza dimenticare gli appuntamenti incentrati sull’ambiente e la sostenibilità come quelli dedicati alla geotermia del clima e ai rifiuti organici. Gli eventi sono a cura di CNR, Sapienza, ISPRA, INGV, Centro Ricerche Enrico Fermi, ENEA, INFN, Università della Tuscia di Viterbo.

Tra le iniziative, il 9 luglio alle ore 20:00 talk su “Uomini e virus: Covid, neanderthal e altre storie”, a cura di Sapienza Università di Roma, con il Prof. Rufo Fabrizio, docente di Bioetica presso la Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali della Sapienza, modera Marco Gisotti, giornalista ed esperto di comunicazione ambientale. Il 10 luglio alle ore 18:00 il talk “Racconto di scienza by Catalina”, a cura di INFN, con Catalina Curceanu, ricercatrice dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, e alle ore 19:15 lo spettacolo “Terremoti Totem Tabù” a cura di INGV e Studio Bottoni, scritto dallo psicologo dell’INGV, Massimo Crescimbene, e dai sismologi INGV, Salvatore Mazza e Nicola Alessandro Pino, regia di Francesca Satta Flores. In scena scienza e sismologia si confrontano con psicoanalisi e filosofia. A seguire dialogo con gli autori dal titolo “Dai personaggi alle persone: filosofia della scienza, psicoanalisi e sismologia”.

Gli altri eventi gratuiti di Luglio 2021

TALENTI PER LA SCIENZA si inserisce nel quadro di una serie di appuntamenti di avvicinamento alla Notte europea dei ricercatori. Nel mese di luglio, oltre agli eventi che si svolgeranno al Cinevillage di Parco Talenti, saranno tante le iniziative che avranno luogo a Roma e non solo. 

Tra questi si segnalano due aperitivi scientifici a CASETTA ROSSA. Il primo si terrà il 16 luglio alle ore 18:30 su “Le migrazioni nel Mediterraneo come effetto dei Cambiamenti Climatici e del declino della natura” al quale interverranno: Antonello Pasini (fisico climatologo del CNR-IIA), Lorenzo Ciccarese (esperto di natura e biodiversità dell’ISPRA) e Maura Peca (Ingegnere ambientale, esperta di mappatura dei conflitti ambientali dell’Associazione A Sud). A moderare l’incontro Marco Gisotti (Giornalista ed esperto di comunicazione ambientale). Il secondo si svolgerà il 22 luglio, sempre alle 18:30, sul tema: “Il nostro oro verde: foreste urbane nella città del futuro”. Interverranno: Michele Munafò (Dirigente ISPRA, Responsabile del Servizio per il Sistema Informativo Nazionale Ambientale), Elisabetta Salvatori (Ricercatrice ENEA) e Anna Zilli (Riforestiamo Italia), modera Lina Fusaro (ricercatrice CNR-IBE).

Il 17 e 18 luglio, invece, a Zagarolo in programma l’evento “più sostenibile più sostenibili” promosso dall’INAF, Palazzo Rospigliosi e il Comune di Zagarolo. Due giornate intense di attività, tavole rotonde e confronti attivi, adeguate a grandi e piccini, con al centro la tematica della sostenibilità ambientale e della problematica legata ai cambiamenti climatici.

A settembre si proseguirà con un calendario ricco di attività per le scuole con esperimenti, laboratori, giochi, e poi proseguiranno le iniziative per tuttiquali talk, lezioni, documentari, tour virtuali, incontri di scienza e molto altro anch’essi all’insegna del green. La sfida a un mondo sostenibile coinvolgerà le giovani generazioni ma le soluzioni partono dallo studio e dalla ricerca di oggi. Per questo sono molteplici gli strumenti di educazione ambientale messi a disposizione gratuitamente da Scienza Insieme – NET.

Il progetto NET

Al Progetto NET aderiscono undici fra i più importanti Enti pubblici di ricerca ed Università del nostro Paese: CNR (che ne è anche il capofila), ENEAINAFINFN, INGVISPRACINECAUniversità degli Studi di Roma “Tor Vergata”Sapienza Università di RomaUniversità degli Studi della TusciaUniversità Telematica Internazionale UNINETTUNO.

L’idea del Progetto NET è nata dall’esperienza di Scienza Insieme che da alcuni anni vede gli stessi partner collaborare insieme sui temi della divulgazione, formazione e informazione, e che avevano già partecipato ad altre edizioni della Notte Europea dei Ricercatori.

La rete di NET include tante realtà del mondo della ricerca e della cultura presenti sul territorio. Tra le tante collaborazioni quella con il Centro Ricerche Enrico Fermi, prestigioso ente pubblico di ricerca, l’Orto botanico di Roma, La Lega Navale Italiana, Federparchi, Anec Lazio, AIGAE coordinamento Lazio; La Città della Scienza (Napoli), Lega Navale di Livorno; Distretto Ligure Tecnologico; il Museo Naturalistico dei Monti Prenestini, Resina (Sistema Museale Naturalistico del Lazio), Museo Maxxi, Palazzo Rospigliosi e numerose associazioni e importanti realtà del territorio Casetta Rossa, Centro Antartide (Univerde);  FotoSub Club; Green Cross Italia; Gruppo Astronomia Digitale; Meles Meles; Neulos; Neural Research; Open City; ScienzImpresa; Sistemi Castelli Romani; Teatro Tor Bella Monaca (Seven Cults); UAI – Unione Astrofili Italiani.

La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto HORIZON 2020bis, realizzato con le azioni Marie Skłodowska-Curie, e si svolge dal 2005 in 430 città dell’Unione Europea, coinvolgendo 1,6 milioni di visitatori, 36.000 ricercatori, centinaia di Centri ed Enti di ricerca, Università, associazioni e numerose altre importanti realtà impegnate nella divulgazione scientifica. Tutte le attività realizzate per la Notte Europea dei Ricercatori sono gratuite e hanno lo scopo di avvicinare i cittadini dei 27 Paesi dell’Unione Europea al mondo della scienza.

Per prenotare e conoscere tutti gli altri appuntamenti: www.scienzainsieme.it  

Fonte: comunicato stampa

Foto: Scienza Insieme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *