3000 nuovi alberi per il Gargano

FONTE: COMUNICATO STAMPA

Iniziativa green finanziata da Misura contro il rischio di erosione del suolo e a tutela della biodiversità

Cagnano Varano (FG), 4 dicembre 2020 – 3000 nuovi alberi per il Gargano, per scongiurare il pericolo dell’erosione del terreno e salvaguardare la biodiversità di uno dei luoghi più ricchi di habitat del Paese. È grazie al marchio Misura che ieri è stata piantumata la prima delle 3000 piante che saranno messe a dimora a Cagnano Varano, in provincia di Foggia, uno dei paesi dello Sperone d’Italia in un territorio limitrofo al Parco Nazionale del Gargano.
L’intervento di forestazione interesserà in particolare un’area nei pressi del Palazzetto dello Sport, denominata Parco San Michele, che si trova in una zona periurbana, adiacente alla Strada Statale 89.
Nell’area di circa due ettari che si trova in un contesto territoriale a elevato rischio di incendi e di erosione del suolo saranno piantati 3000 nuovi alberi: specie arboree come aceri, sorbi, specie arbustive come la ginestra comune, il viburno e l’alloro) e latifoglie autoctone come il leccio, il bagolaro e l’orniello.
L’intervento è mirato inoltre alla tutela e all’arricchimento della biodiversità e avrà un impatto positivo sulla riduzione delle emissioni di CO2 e sul contrasto al dissesto idrogeologico. Alla prima piantumazione hanno preso parte Michele Di Pumpo, Sindaco di Cagnano Varano e Antonio Di
Maggio, Consigliere delegato all’Agricoltura e al Verde Pubblico. L’intervento sarà eseguito in collaborazione
con il Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, la cui attività sarà fondamentale per la realizzazione del progetto.


“Siamo molto contenti di rientrare nel progetto “A Misura di Verde”. Crediamo profondamente che, dopo l’emergenza sanitaria, si debba ricominciare a crescere e siamo convinti che il futuro debba essere all’insegna della sostenibilità, del rispetto per le risorse, della valorizzazione del nostro patrimonio naturale – dichiara Michele Di Pumpo, Sindaco di Cagnano Varano -. I 3000 alberi verranno piantumati nella zona antistante il palazzetto dello sport dedicato al Maresciallo Vincenzo Carlo Di Gennaro ed abbiamo deciso di chiamare la zona “Parco San Michele”, in segno di devozione al nostro patrono, San Michele Arcangelo.
Siamo un’amministrazione green, che punta alla rivalorizzazione del nostro territorio, e, grazie a partnership come quella avviata con Misura, abbiamo la possibilità di migliorare la qualità della vita della nostra cittadina”.

Quello del Gargano è uno dei dieci progetti di “A Misura di Verde”, l’iniziativa di Misura che, nell’Anno Internazionale della salute delle piante, riforesterà e si prenderà cura di dieci diverse aree del nostro Paese, in 9 regioni, da nord a sud. Grazie a questo progetto Misura metterà a dimora in totale 13.400 piante in dieci zone particolarmente vulnerabili d’Italia. Migliaia di piante e arbusti che nel complesso assorbiranno dall’atmosfera 9.380 tonnellate di CO2, il più diffuso dei gas che provocano l’effetto serra.
In ognuno dei territori gli interventi saranno seguiti e manutenuti fino a quando non si avrà la certezza dell’attecchimento delle nuove piante e il buon esito dell’intervento. Saranno interventi realizzati con grande rigore scientifico, integrati nel contesto e nel territorio, con specie autoctone che conservano la biodiversità e tutelano il patrimonio genetico delle specie presenti.
“Per noi di Misura – dichiara Cristina Lupattelli, responsabile marketing del marchio Misura – è un vero privilegio poter contribuire, nel nostro piccolo, a tutelare una delle mete più belle del turismo italiano, un luogo meraviglioso che ha bisogno di essere “difeso” non solo d’estate, ma in modo continuativo. Crediamo sia fondamentale, per la ripartenza sostenibile dopo la pandemia, investire nelle regioni del Sud del nostro Paese. E il dissesto idrogeologico dell’Italia è una delle priorità di cui bisogna assolutamente occuparsi, come purtroppo dimostrano troppo spesso tragedie che vengono attribuite al clima ma che sono conseguenze delle nostre azioni. Ridare ossigeno alla natura significa anche aiutare l’economia, il turismo, migliorare la vita dei cittadini”.
“Grazie alla collaborazione con Misura stiamo portando avanti un ampio progetto di forestazione che interessa numerose aree su tutto il territorio nazionale – aggiunge Sandro Scollato, Amministratore Delegato di AzzeroCO2, partner tecnico della campagna – I 3.000 giovani alberi che saranno messi a dimora nel Comune di Cagnano Varano, all’interno del Parco del Gargano, costituiscono un prezioso contributo per questa zona sia contro il rischio di erosione sia per il ripristino del suo patrimonio di biodiversità. Un’azione concreta per contrastare la crisi climatica in atto e arginare le conseguenze che la
stessa ha sui nostri territori.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *