Bonus Vacanze: tutti gli step per richiederlo

A partire dal 1 luglio sarà possibile richiedere il Bonus Vacanze 2020.

Si tratta di uno sconto – che può arrivare fino a 500 euro – per facilitare e incentivare il turismo scegliendo un soggiorno presso alberghi e strutture turistiche nella penisola italiana.

Un’agevolazione quindi, introdotta dal Decreto Rilancio che da utilizzare in hotel, campeggi, villaggi turistici, bed&breakfast e agriturismi. Il bonus potrà essere utilizzato fino al 31 dicembre 2020.

Come richiederlo

Per richiederlo è necessario scaricare l’app “IO Italia” (scaricabile qui https://io.italia.it/ ). L’applicazione è gestita da da PagoPa e ha al suo interno un’area dedicata alla Tax Credit Vacanze per i soggiorni in Italia. Si dovrà essere poi in possesso o richiedere le credenziali Spid (o CIE 3.0), avere un Isee in corso di validità.

Spid:

Chi non è ancora in possesso di credenziali Spid può richiederle in forma gratuita sui provider ufficiali. L’elenco completo e le indicazioni su come richiederle possono essere reperite sul sito del Sistema Pubblico di Identità Digitale. In alternativa si può utilizzare anche anche la Carta d’Identità Elettronica (CIE 3.0).

Isee

Per ottenere l’indicatore bisognerà aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) all’Inps. È possibile presentarla sia in modalità precompilata che non, accedendo alla pagina web dell’Inps o richiedendo assistenza ad uno dei Centri di Assistenza Fiscale.

A chi è rivolto

Si rivolge a nuclei familiari composti da uno a più membri. Bisogna fare attenzione, perché il bonus potrà essere utilizzato solo da un componente del nucleo familiare e dovrà essere speso in un’unica soluzione presso una sola struttura.

Il richiedente non dovrà però per forza coincidere con la persona che fruirà del bonus.

Il Bonus Vacanze spetta a tutti i nuclei familiari e ai single aventi un Isee fino a 40.0000 euro (in corso di validità). Il componente del nucleo familiare che utilizzerà il bonus dovrà essere il soggetto intestatario della fattura, del documento commerciale, dello scontrino o della ricevuta fiscale, emesso dalla struttura presso cui ha soggiornato per le vacanze.

Importo del bonus

Se si possiede un Isee inferiore alla soglia massima indicata, si avrà diritto alla riduzione del costo della vacanza. Gli importi, cambiano a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare. Più nello specifico:

  • per le famiglie di tre o più persone: bonus vacanze di 500 euro
  • coppie e nuclei familiari di due persone: bonus da 300 euro
  • nuclei familiari composti da una persona sola: bonus da 150 euro

Condizioni necessarie

Come già ricordato il bonus potrà essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare, speso in un’unica soluzione presso una struttura turistica italiana, certificato da documentazione e inoltre il pagamento dovrà avvenire senza l’intermediazione o l’ausilio di portali o piattaforme diverse da agenzie di viaggio o tour operator.

Come si utilizza

Per essere speso sarà necessario rivolgersi ad una delle strutture aderenti. Lo sconto potrà essere utilizzato direttamente al momento del pagamento, comunicando il proprio codice fiscale, il codice univoco assegnato o il QR code ottenuti al momento della richiesta del bonus.

Così facendo, il beneficiario otterrà un’immediata riduzione del costo del soggiorno (l’80% del totale) e un credito di imposta del rimanente 20% del bonus che potrà essere detratto attraverso al dichiarazione del redditi 2021 (relativa al periodo d’imposta 2020).

Il Vademecum

Per facilitare la fruizione e rendere più agibile la misura, l’Agenzia delle entrate ha redatto un vademecum consultabile qui: https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/bonus-vacanze1

Qui il video del MiBACT sul Bonus Vacanze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *