Riciclo creativo, 6 consigli su come impiegare il tempo a casa

In questi giorni le nostre abitudini sono radicalmente cambiate, costringendoci a rimanere a casa per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

Tuttavia è importante non perdersi d’animo, impiegando il proprio tempo in maniera costruttiva.

Tra le varie pulizie di casa, sicuramente ognuno di noi avrà trovato oggetti che andranno nella spazzatura. Perché non utilizzarli per il riciclo creativo? Vediamo insieme alcuni consigli!

1) Bottiglie in plastica

Quando si parla di riciclare oggetti, le bottiglie in plastica sono in pole position. Gli impieghi che possono avere sono tantissimi: aggiungendo all’interno qualche sassolino colorato, possono essere utilizzate come portapenne originali e creativi. Non solo le bottiglie: anche i tappi possono essere sfruttati per delle creazioni sfiziose. Se parliamo di tappi di sughero, ad esempio, questi possono essere utilizzati per creare cornici o tappetini da mettere in qualche angolo della casa.

2) Barattoli di latta

Se si stanno consumando prevalentemente cibi in scatola, i barattoli di latta rappresentano un potenziale rifiuto da salvare e riutilizzare. Adeguatamente decorati, possono diventare vasi per piccoli fiori o bellissimi portapenne. Decorati, fissati su un asse di legno e inchiodati a una parete, possono fungere da eleganti portasciugamani da bagno. Infine, possono essere trasformati in pratici porta-candele.

3) Bancali

I bancali sono utilizzatissimi nel mondo del riciclo. Essendo estremamente economici e facili da modificare, sono perfetti anche per chi è alle prime armi e non ha molta manualità.

I pallet possono essere utilizzati come divani, da utilizzare sia indoor che outdoor: basta abbellire il tutto con qualche cuscino colorato e materassi per rendere il tuo spazio davvero unico.

4) Flaconi del detersivo

Da un flacone del detersivo, soprattutto quelli di grandi dimensioni come nel caso della comune candeggina, è facile ricavare una paletta per lo sporco, con tanto di comodo manico. Dopo aver pulito accuratamente il flacone, lo si posiziona su un tavolo per orizzontale, con il manico rivolto verso l’alto. Con un pennarello indelebile, si tratteggia la sagoma di una pala: in altre parole, si dovrà rimuovere la porzione superiore di plastica, quella immediatamente successiva al manico. Basta tagliare con le forbici e il gioco è fatto.

5) Maglie e maglioni

Da maglie e maglioni è facile ricavare rivestimenti per i cuscini del divano, soprattutto quelli quadrati. È sufficiente ritagliare una t-shirt in due quadrati poco più grandi del desiderato, cucire i due quadrati di stoffa al rovescio affinché il bordo sia interno e, su un lato, applicare una zip o dei bottoni. Per i maglioni, invece, utile sarà un orlo a maglia oppure all’uncinetto per evitare la fodera improvvisata si sfili

6) Saponette

Le saponette vengono spesso lasciate a metà nella doccia o nel portasapone, in attesa di trovare il coraggio di buttarle. Le si può trasformare in un detergente spray in modo semplice e veloce. Basta sciogliere i pezzi di sapone ridotti a scaglie in un litro di acqua bollente (ne bastano 100 grammi). Dopo aver fatto raffreddare la miscela, aggiungere un cucchiaio di succo di limone e versare il tutto in un contenitore spray.

Questi sono solo degli spunti da cui partire per il riciclo creativo, ma in rete ci sono moltissimi video ai quali far riferimento e dare luogo alla propria creatività, nell’attesa che questo periodo passi in fretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *