Nuovo stadio San Siro: a Milano due nuovi progetti all’insegna dell’ecosostenibilità (VIDEO e FOTO)

Sono stati presentati giovedì scorso, presso il Politecnico di Milano, i due concept design scelti per il nuovo stadio San Siro, che potrebbe prendere il posto dell’attuale impianto meneghino. Oltre alla costruzione del nuovo impianto, Milan e Inter, i due club calcistici di Milano, prevedono anche la riqualificazione urbana dell’area circostante. Entrambi i progetti, che vedremo tra poco nel dettaglio, avranno una fortissima impronta ecosostenibile.

Nuovo stadio San Siro: il progetto “Gli Anelli di Milano”

Presentato da Manica/Sportium, il progetto prevede due anelli, a rappresentare Milan e Inter, che si intrecciano e si separano in perfetto equilibrio: l’unione per la costruzione del nuovo impianto e la rivalità sul campo. I due anelli saranno colorati di rossonero o di nerazzurro, attraverso un efficiente impianto LED, a seconda di quale squadra giocherà nell’impianto. In occasione del derby è prevista una doppia colorazione. Ma al di là dell’impatto architettonico, quel che va sottolineato da noi di Rplanet è senza dubbio la riqualificazione dell’area circostante allo stadio.

Verrà mantenuto lo storico terreno di gioco di San Siro (il nuovo impianto non sorgererebbe esattamente dov’è l’attuale), che diventerà un prato aperto a tutti i cittadini. Ma non finisce qui: vicino allo stadio e al nuovo distretto commerciale ci saranno 10 ettari di giardini e un grande parco al centro. Infine, verrà preservata la tranquillità del quartiere San Siro grazie ad un bassissimo impatto acustico all’esterno dell’impianto.

Nuovo stadio Milano: il progetto “La Cattedrale”

Progettato da Populous, il nuovo stadio prende ispirazione dal Duomo e dalla Galleria Vittorio Emanuele II, due dei luoghi più importanti del capoluogo lombardo. È stato progettato per essere lo stadio più ecosostenibile d’Europa. Sono tanti i punti green sul quale verte il progetto de “La Cattedrale“. Lo stadio sarà avvolto da una galleria in vetro che sarà inondata dalla luce solare e che attraverso giochi di luce ricorderà il Duomo. La stessa sarà ventilata in modo naturale, disponendo di riscaldamenti passivi. Saranno presenti pannelli solari sulla copertura e tutta l’acqua piovana verrà raccolta per poi essere riutilizzata nell’impianto. Il nuovo distretto che sorgerà vicino allo stadio, poi, sarà un’area ecosostenibile da vivere tutti i giorni: saranno ben 22 gli acri di spazi verdi permeabili.

Nuovo stadio Milano, a prescindere dal progetto vincitore l’ecosostenibilità la farà da padrone

Il distretto multifunzionale sarà realizzato con i più elevati standard di ecosostenibilità per consentire al quartiere di San Siro di ritornare a essere una destinazione d’eccellenza europea e mondiale per lo sport e per l’intrattenimento“. Le dichiarazioni di Alessandro Antonello, a.d. corporale dell’Inter, lasciano presagire qual è l’intento dei due club calcistici milanesi: regalare una nuova casa ai propri tifosi, all’interno di un contesto urbano che verte sulla sostenibilità ambientale. Un nuovo grande spazio fruibile dai milanesi, 365 giorni all’anno. Seguendo le orme del Progetto Porta Nuova. Ora la palla passa al Comune che dovrà decidere se portare avanti uno dei due progetti di Milan e Inter, con un occhio alle Olimpiadi invernali del 2024. Mentre i due club daranno ascolto anche alle opinioni di tifosi e cittadini, da sempre molto legati all’attuale San Siro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *