Turismo ecosostenibile, gli italiani ora preferiscono vacanze all’insegna del green

Il 58% degli italiani sceglie una vacanza ecosostenibile, il 41% prima di prenotare si assicura che la struttura nella quale soggiornare sia ecosostenibile. Questo è ciò che emerge dallo studio dell’Università Niccolò Cusano “20 esperienze green da vivere in giro per l’Italia”. A prediligere il turismo ecosostenibile sono le donne nella fascia d’età 18-30 anni: il 56% di queste è attenta a modi di vivere green in vacanza.

Le mete sostenibili preferite dagli italiani

Sempre dallo studio si evince che le tre regioni preferite dagli italiani per il turismo ecosostenibile sono, nell’ordine Sardegna (38%), Puglia (34%) e Trentino Alto-Adige (31%). Segue a ruota la Sicilia, con il 29%, poi Marche ed Umbria, entrambe con il 27%. Le mete preferite dagli ecoturisti, spesso, vanno in controtendenza con quelle scelte solitamente, nelle diverse regioni, dai vacanzieri medi. Basti pensare, ad esempio, che in Sardegna uno dei luoghi in cima alla lista dei turisti green (sempre nello studio “20 esperienze green da vivere in giro per l’Italia“) sono i nuraghi di Su Nuraxi di Barumini. Oppure, nelle Marche, è molto ambito il rafting nella località di Montefeltro. In Puglia niente Gargano o Salento, il luogo preferito dai turisti ecosostenibili è la Valle d’Itria. In tutta Italia esistono luoghi straordinari, a volte dimenticati e che stanno tornando in voga negli ultimi anni grazie a queste tipologie di vacanze. Sul Lago di Garda, ad esempio, molti amanti dello sport e della bici, percorrono sempre più spesso la Garda by bike, la pista ciclabile più bella d’Europa. Nel Lazio, invece, la meta più ambita è il bellissimo borgo Civita di Bagnoregio, nella provincia di Viterbo.

Turismo ecosostenibile, ecco cosa fanno i vacanzieri green

Il 57% degli italiani che puntano a vivere una vacanza ecosostenibile vogliono visitare borghi storici ed aree protette attraverso escursioni con guide locali. Il 54% invece, vuole degustare prodotti tipici locali attraverso tour enogastronomici del prodotto a chilometro 0. Inoltre sei italiani su dieci hanno come esigenza quella di salvaguardare l’ambiente, oltre a conoscere le tradizioni e i prodotti dei territori. Infine il 48% preferisce dedicarsi alle attività sportive, rigorosamente sostenibili, o al benessere del corpo.

Come deve essere una struttura ricettiva green per i turisti?

Sempre lo studio dell’Unicusano ci spiega nel dettaglio cosa deve avere una struttura ricettiva green al 100%. Anzitutto per il 55% del campione d’italiani intervistati per lo studio, deve essere dotata di pannelli fotovoltaici. Il 37% vorrebbe che al loro interno siano offerti prodotti biologici o a KM 0. La curiosità è che soltanto il 33% vorrebbe che la struttura scelta per la propria vacanza ecosostenibile effettui la raccolta differenziata.

Turismo ecosostenibile: quali mezzi utilizzare per gli spostamenti

Non va tralasciato il mezzo sul quale arrivare nella location green scelta per la propria vacanza green. Sempre più spesso si accantonano le comuni automobili, per far spazio ai viaggi in treno (70% degli italiani) o addirittura utilizzando applicazioni per il car sharing, con vetture sempre più spesso elettriche o a basso impatto ambientale.

Sei un vero ecoturista se…

  • Viaggi lento, magari in bici
  • Non stampi biglietti e prenotazioni
  • Scegli attività outdoor
  • Scegli soggiorni in strutture locali (bad and breakfast, aziende agricole)
  • Fai la raccolta differenziata
  • Rispetti la flora e la fauna locale
  • Risparmi acqua ed energia elettrica in albergo
  • Compri prodotti artigianali
  • Mangi prodotti a km 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *